image

Lo stress non causa l’ulcera…IO SÌ!

Ricerca di anticorpi nel siero: si tratta di un prelievo di sangue, per cui non è necessaria una particolare preparazione del paziente prima dell’esame. * Breath Test : è necessario: o essere a digiuno da almeno 12 ore o non avere assunto da almeno 4 settimane antibiotici e Chemioterapici; da almeno 2 settimane antiacidi e antisecretivi o non aver fumato da almeno 6 ore o durante il test il paziente deve rimanere a riposo per 30 minuti, senza mangiare, né bere, né fumare. * Ricerca antigene fecale: è sufficiente che il paziente consegni un campione di feci presso il Laboratorio. Non è necessaria una particolare preparazione del paziente prima dell’esame. * Ricerca DNA: è sufficiente che il paziente consegni un campione di feci presso il Laboratorio. Non è necessaria una particolare preparazione del paziente prima dell’esame. negativi, specie in rapporto alla recente esecuzione, da parte del paziente, di terapie antibiotiche. * Ricerca dell’antigene fecale: in questo caso il paziente deve semplicemente consegnare al laboratorio analisi un campione delle proprie feci sul quale verrà condotto il test specifico, con il vantaggio rispetto all’esame del sangue di poter rilevare solo le infezioni in corso. La presenza dell'antigene fecale dell'Helicobacter pylori è segno di infezione, per cui l'esame darà semplicemente risultati positivi o negativi. La ricerca di antigeni fecali è particolarmente utile per i pazienti non collaboranti, come i bambini e gli anziani affetti da malattie respiratorie, per i quali il breath test risulta controindicato. Sebbene si tratti di un test sensibile, esiste la possibilità di falsi negativi, specie in rapporto alla recente esecuzione, da parte del paziente, di terapie antibiotiche. Inoltre, un esito negativo non esclude la presenza del batterio a livello gastrico. * Ricerca DNA di H. pylori in campioni di feci: è stato dimostrato che il test su feci condotto con metodo PCR ha la stessa affidabilità della ricerca del DNA in campioni prelevati con biopsia, PERTANTO È UNA VALIDA ALTERNATIVA A ESAMI INVASIVI. La specificità del test è del 100%, pertanto in caso di esito positivo si è certi al 100% della diagnosi di infezione da H. pylori sia a livello gastrico che intestinale. Per una diagnosi rapida ed affidabile con test NON INVASIVI si consiglia di eseguire tutti i test per una corretto e completo quadro diagnostico. Helicobacter pylori è un batterio in grado di colonizzare la mucosa dello stomaco; la conseguente infezione instaura un quadro infiammatorio locale, che può progredire verso patologie importanti quali gastrite cronica, dispepsia non ulcerosa, ulcera peptica e cancro allo stomaco. È una malattia TRASMISSIBILE! Come diagnosticare l’infezione da H. pylori? Test diagnostici INVASIVI: Le metodiche invasive si basano su tecniche endoscopiche, come la fastidiosa gastroscopia, che consentono una visione diretta dello stomaco e di eventuali alterazioni quali gastriti, erosioni ed ulcere. Durante l'esame, inoltre, il medico ha la possibilità di prelevare frammenti bioptici della mucosa gastrica (biopsia). Test diagnostici NON INVASIVI: * Ricerca di anticorpi nel siero: Dopo il contagio, l'organismo inizia a produrre anticorpi per difendersi dall'infezione e continua a produrli per lungo tempo. Purtroppo, come accade in tutte le risposte anticorpali, le immunoglobuline anti Helicobacter pylori non scompaiono in seguito all'eradicazione del microrganismo; di conseguenza il dosaggio anticorpale manca di utilità nel caso in cui si voglia valutare l'efficacia della terapia intrapresa. * Breath Test: L’esame del respiro (o del palloncino, come viene comunemente chiamato) è particolarmente efficace nella diagnosi e decisamente poco invasivo, in quanto viene semplicemente richiesto al paziente di bere una soluzione preparata a questo scopo e dopo un certo tempo verrà analizzato il respiro alla ricerca di eventuali trasformazioni provocate dal batterio. L’esito positivo dell’esame dell’H. pylori indica che i disturbi riscontrati PROBABILMENTE sono causati dal batterio. Inoltre, con questo esame si indaga la presenza del batterio a livello dello stomaco: un risultato negativo, non esclude la presenza del batterio a livello intestinale. Sebbene si tratti di un test sensibile, esiste la possibilità di falsi